Mastopessi o sollevamento del seno


1. QUALI SONO I RISULTATI DEL LIFTING DEL SENO
2. PREPARAZIONE – ANESTESIA E INTERVENTO
3. DOPO L’INTERVENTO
4. RIPRESA DELLA ATTIVITA’ FISICA
5. DURATA DEI RISULTATI OTTENUTI
6. LIFTING MAMMARIO MODIFICATO
7. COSTO E ASSICURAZIONE
8. ANIMAZIONI 3D
9. TESTIMONIANZE


Il lifting del seno o delle mammelle – chiamato anche mastopessi – rialza e ridisegna i contorni delle mammelle cadenti che hanno perso tono e volume dopo un parto o un forte dimagrimento. Un lifting del seno migliora l’aspetto delle mammelle in parecchi modi: alza i tessuti mammari, toglie la pelle eccedente dalla parte inferiore della mammella e poi rimodella il resto della pelle. Contemporaneamente rialza la posizione del capezzolo e l’areola (la pelle pigmentata che circonda il capezzolo). Se le areole e/o il capezzolo sono troppo grandi, la loro dimensione può essere ridotta

1. QUALI SONO I RISULTATI DEL LIFTING DEL SENO

  • Un seno di dimensioni proporzionate più armonico e più bello.
  • La zona areolare e il capezzolo della misura e all’altezza desiderata.
  • Un profilo del seno sollevato e ringiovanito.

2. PREPARAZIONE – ANESTESIA E INTERVENTO
E’ consigliabile evitare il contatto con persone con raffreddore o altre malattie infettive; evitare di assumere aspirina o farmaci che la contengano per 2 settimane prima e 2 settimane dopo l’intervento. Si consiglia alle pazienti in trattamento con contraccettivi orali di interrompere l’assunzione di tali farmaci un mese prima dell’intervento.

L’anestesia potrà variare a secondo dei desideri della singola paziente e il giudizio del chirurgo. L’operazione può essere effettuata, o in anestesia locale preceduta da una forte sedazione, o in anestesia generale con il paziente completamente addormentato. L’anestesia locale consiste in una forte sedazione somministrata dall’anestesista prima dell’inizio e durante I’intervento per via endovenosa e da un’infiltrazione con anestetico locale del campo operatorio. L’anestesia generale, invece, consiste in una sedazione somministrata per iniezione prima di andare sul tavolo operatorio e somministrazione di anestetico per via endovenosa da parte dell’anestesista sul tavolo operatorio.

L’intervento. Misure e disegni, che sono una parte essenziale dell’operazione, sono eseguiti prima che la paziente venga addormentata, in posizione eretta in piedi. Rappresentano una guida per le incisioni durante l’intervento quando la paziente e in posizione supina. L’operazione consiste nella rimozione di parte della cute della mammella, uno spostamento verso l’alto dell’areola con il capezzolo e rimodellamento dei rimanenti tessuti in una configurazione più alta ottenendo cosi una maggiore consistenza. Se è necessario utilizzare delle protesi, esse vengono inserite a questo punto. Le incisioni sono suturate con materiale di sutura molto sottile.

lifting del seno

L’incisione viene eseguita intorno all’areola, per proseguire, se necessario, verticalmente sotto il capezzolo e nella piega sotto il seno. L’areola ed il capezzolo vengono spostati più in alto nella posizione desiderata: la pelle e il grasso in eccesso vengono rimossi. Il tipo di incisione, più o meno limitata, dipenderà dal grado di rilassamento e dal volume della mammella e saranno oggetto di discussione durante la prima visita. Talvolta si può ricorrere all’uso di una protesi allo scopo di aumentare il volume delle mammelle, oltre che sollevarle. L’intervento può essere fatto in anestesia locale con sedazione o generale.

La mastopessi formale o lifting mammario completo comporta un’incisione lungo la piega al di sotto del seno, incisioni intorno all’areola, e un’incisine verticale tra l’areola e la base del seno. Questa incisione a volte viene chiamata “incisione ad ancora” come anche “a T capovolta” a causa della sua forma. Questa procedura tradizionale è tuttora ampiamente usata perché dà come risultato una buona forma e un giusto posizionamento del seno sulla parete toracica. Con questa procedura, viene tolta la pelle in eccesso, il seno viene rialzato e spesso viene ridotta la dimensione dell’areola. Con questo tipo di intervento il seno più cambiare in modo più completo.

3. DOPO L’INTERVENTO
Il dolore è raramente forte; molto più comunemente è presente un senso di fastidio ma comunque vengono sempre prescritti analgesici da assumere durante il periodo di ospedalizzazione ed a casa.
Gonfiore: è sempre presente dopo l’intervento e si riduce gradualmente fino a scomparire completamente in 3^- 4^ giornata. Un modico grado di edema potrebbe persistere per qualche settimana o qualche mese. Una medicazione di sostegno e praticata al momento dell’intervento e viene rimossa 48 ore dopo l’operazione per essere sostituita da una reggiseno confortevole del tipo utilizzato per attività sportiva e che dovrà essere indossato notte e giorno per 3 mesi. Un reggiseno del tipo necessario può essere fornito dallo studio quando verranno rimosse le medicazioni. Le suture vengono rimosse in 5^-12^ giornata.

La medicazione verrà rimossa dal medico e non deve essere disturbata dalla paziente prima che ciò avvenga. E’ consigliabile riposare quanto più possibile nella 1° settimana per incrementare gradualmente l’attività nella seconda e terza settimana dopo l’intervento. E’ consigliabile nelle due settimane successive all’operazione non sollevare le braccia sulla testa, evitare qualsiasi sforzo fisico e dormire in posizione prona. Docce, bagni e shampoo sono consentiti dopo la rimozione delle medicazioni, generalmente dopo una settimana. Il trattenersi a lungo nella vasca da bagno non e consigliabile. Il reggiseno deve essere indossato notte e giorno per 3 mesi e rimosso soltanto per le normali abluzioni.

Le cicatrici sono nelle tre zone distinte e ciascuna ha una sua tipica guarigione. Nella zona periareolare, la cicatrice viene parzialmente nascosta dal cambiamento di colore nel punto in cui la pelle del seno incontra la pelle pigmentata dell’areola. L’incisione verticale dall’areola alla piega può essere nascosta nell’ ombra (hidden in shadow). La parte della ferita sottomammaria, lungo la piega creata dal seno, è solitamente la cicatrice più spessa, ma può essere nascosta nella piega sottomammaria. Mentre le ferite saranno sempre visibili, nella maggior parte dei casi le cicatrici sbiadiscono e le pazienti rimangono ampiamente soddisfatte del risultato.

4. RIPRESA DELLA ATTIVITA’ FISICA
Potranno essere riprese le attività sportive dopo 3 settimane per quanto concerne lo jogging, danza, joga, mentre per gli sport più intensi (sci, tennis, calcio, basket, vela, nuoto, pesca subacquea) sarà preferibile attendere per lo meno 6 settimane. La guida dell’automobile, le abituali attività domestiche, l’attività sessuale potranno essere riprese dopo 2 settimane.

5. DURATA DEI RISULTATI OTTENUTI
Le tecniche delle operazioni chirurgiche al seno continuano ad evolversi. I lifting mammari possono migliorare la posizione, la forma del tessuto mammario esistente. Si deve anche ricordare che gli effetti della gravità e l’avanzare dell’età continueranno e quindi con l’andar del tempo il seno può tornare gradualmente a “cadere”. Quando stanno considerando di sottoporsi ad una operazione mammaria, le pazienti dovrebbero essere pienamente informate di ogni rischio come pure delle varia alternative, dei benefici e delle complicazioni dell’intervento. Un chirurgo plastico esperto e con molta pratica è in grado di determinare l’operazione più adatta per ogni paziente in base al corpo di ognuna e ai risultati estetici richiesti.

6. LIFTING MAMMARIO MODIFICATO
Lo scopo della chirurgia estetica è sempre stato quello di raggiungere il miglior risultato con sempre minori incisioni. Con gli anni, si sono sviluppati gli interventi di lifting mammario modificato o limitato. Queste operazioni comportano minori incisioni rispetto all’operazione completa. Una forma comune di lifting mammario modificato è il lifting mammario Benelli, altrimenti conosciuto come mastopessi concentrica o anche come lifting mammario “a ciambella”. Con questo operazione, viene tolto un anello di pelle intorno all’areola e pertanto la ferita è limitata intorno all’areola stessa. Una variante dell’operazione “a ciambella” è la mastopessi “a mezzaluna” che comporta solamente lo spostamento di tessuto intorno all’areola ma una maggior quantità di tessuto viene tolta da sopra l’areola.
Questa operazione rialza il capezzolo e l’areola sulla parete toracica. Un’altra operazione di lifting mammario con incisioni limitate è il così detto “lifting lollipop”. Con questa operazione, l’incisione viene fatta intorno al capezzolo ed all’areola e si estende verticalmente fino sotto la piega sotto il seno. Una variante consiste nell’operazione di “lifting a ciambella” insieme alla rimozione della pelle in eccesso da sotto il seno.

7. COSTO E ASSICURAZIONE
A partire da CHF 5.500

Questo tipo di intervento generalmente ha finalità estetiche e in tal caso la paziente dovrà pagare l’intero costo dell’intervento, eccetto il caso in cui si intervenga a scopo ricostruttivo per patologie della mammella riconosciute dalle polizze assicurative o dal Sistema Sanitario Nazionale.

Interventi aggiuntivi che possono migliorare il risultato sono la mastoplastica additiva o riduttiva.

8. ANIMAZIONI 3D

9. TESTIMONIANZE

20.09.2017 – Sostituzione protesi

Mi sono rivolta ad Academia Day Clinic per la sostituzione delle mie vecchie protesi, in quanto non ero più soddisfatta del mio aspetto.

Approccio molto positivo con tutto il personale molto attento, competenza e professionalità dello staff medico guidato dal dr Gandolfi.
Ambiente molto pulito ed elegante, riservatezza ed accoglienza.

Ringrazio tutti per avermi dato la possibilità di sentirmi di nuovo a mio agio anche nuda e di sentirmi ancora una donna piacente.
Per l’ego femminile questo intervento non ha prezzo!!!!!

Marzia

°°°°°°

29.04.2016 – Mastopessi

Sono Teresa, , una paziente “affezionata” del dott. Gandolfi perché mi sono affidata , nel cosro degli anni, per ben tre volte alle sue mani di chirurgo e sempre con ottimi risultati.
Il detto “chi si trova bene ritorna sempre” per me è verissimo, penso di tornare dal mio chirurgo preferito anche in futuro.

ELISA

°°°°°°

21.04.2016 – Riduzione e sollevamento del seno

Mi sono sottoposta ad un intervento di mastopessi e riduttiva ottenendo un ottimo risultato.
Il dott. Gandolfi mi ha ispirato molta fiducia sin dalla prima visita, ragione per cui ho deciso di affidarmi a lui per questo intervento.
Durante la mia degenza sono sempre stata assistita da personale professionalmente impeccabile e dai modi molto gentili.
La struttura e la sala operatoria sono all’altezza della buona reputazione che vantano.
Consiglierei il dott. Gandolfi e la sua equipe senza ombra di dubbio.

ANNALISA

°°°°°°