Mastoplastica riduttiva


1. QUANDO E’ CONSIGLIATA
2. LA PROCEDURA DELL’INTERVENTO PASSO PER PASSO
3. RISULTATI
4. COSTO
5. RECUPERO
6. ASSICURAZIONE


La riduzione della mammella, chiamata anche mastoplastica riduttiva, migliora l’aspetto generale rendendo il seno più proporzionato al resto del corpo. Spesso seni troppo grossi interferiscono con le normali attività fisiche, possono causare dolori di schiena e di spalle, problemi di postura, eruzioni cutanee e dolori al petto. La soluzione c’è, ed è la mastoplastica riduttiva, ossia il ridimensionamento delle mammelle che restituisce armonia alla figura e risolve i problemi fisici e pratici cui abbiamo accennato.

Oggi, tra l’altro, l’intervento di mastoplastica riduttiva può essere affrontato con due modalità d’approccio completamente diverse, ma con la stessa efficacia e sicurezza: la riduzione chirurgica “classica” e la liposcultura riduttiva.

Dei seni esageratamente grossi possono far sì che alcune donne abbiano problemi sia di salute che emotivi. Oltre ai problemi legati alla propria immagine, si può anche provare dolore fisico e fastidio. Il peso di un eccessivo tessuto mammario può compromettere la capacità di condurre una vita attiva. Il disagio emotivo e la consapevolezza di sé spesso associate al fatto di avere dei grossi seni penduli per molte donne è un problema importante tanto quanto il disagio e il dolore fisici. Conosciuta anche come riduzione mammaria, questo intervento toglie il grasso eccessivo del seno, il tessuto e la pelle per ottenere una dimensione del seno proporzionata al resto del corpo e per alleviare il disagio associato a dei seni esageratamente grossi. Quantunque non conosciuta come l’intervento di mastoplastica additiva, la mastoplastica riduttiva e un intervento abbastanza comune e può produrre sostanziali benefici per molte pazienti. La riduzione mammaria si esegue in ricovero e generalmente richiede due o tre giorni di ospedalizzazione. L’intervento dura circa 3 ore. La mammografia a volte può essere necessaria prima dell’intervento. Essa viene eseguita per assicurarsi che non siano presenti prima dell’intervento malattie della mammella. Eventuali lesioni benigne potranno essere asportate in corso di intervento. Il lavoro e le attività sociali dovrebbero essere ridotte per almeno 2 settimane dopo l’intervento. Se il lavoro della paziente fosse tale da richiedere attività fisica quale sollevamenti, spinte, etc., sarà necessario un periodo di convalescenza più lungo. La guida può essere ripresa 2 settimane dopo l’intervento

1. QUANDO E’ CONSIGLIATA
Nel caso in cui le mammelle pesanti, che causino difficoltà respiratorie, dolore al collo, alle spalle, alla schiena, costringano la persona a stare con la schiena curva in avanti e possano lasciare i segni delle bretelle del reggiseno causando irritazione. Nel caso in cui le mammelle eccessivamente grandi possano essere la causa di mancanza di fiducia in se stessi. Nel caso le dimensioni delle mammelle possano interferire con le attività quotidiane o con alcuni esercizi fisici.

2. LA PROCEDURA DELL’INTERVENTO PASSO PER PASSO
Che cosa avviene durante un intervento di mastoplastica riduttiva?

La chirurgia di riduzione del seno allevia le spiacevoli sensazioni fisiche causate dai seni troppo grossi le incisioni seguono il naturale contorno del seno e determinano la zona di asportazione e la nuova posizione del capezzolo
fig. 1 – La chirurgia di riduzione del seno allevia le spiacevoli sensazioni fisiche causate dai seni troppo grossi. fig. 2 – con questa tecnica comune, le incisioni seguono il naturale contorno del seno e determinano la zona di asportazione e la nuova posizione del capezzolo. il tessuto mammario, il grasso e la pelle nella zona leggermente schermata vengono poi rimossi. La pelle viene rimossa dalla zona scura schermata e il capezzolo viene sollevato. ci possono essere delle variazioni nella sede delle incisioni, sulla base dei fattori individuali della paziente e su suggerimento del vs. chirurgo.
La pelle precedentemente posizionata sotto e ai lati del capezzolo è spostata in giu e messa insieme per riformare la mammella dopo l'intervento le mammelle saranno piu proporzionate al resto del corpo. Le cicatrici sono permanenti ma si affievoliscono col tempo
fig. 3 – La pelle precedentemente posizionata sotto e ai lati del capezzolo è spostata in giu e messa insieme per riformare la mammella. fig. 4 – dopo l’intervento le mammelle saranno piu proporzionate al resto del corpo. Le cicatrici sono permanenti ma si affievoliscono col tempo.

La mastoplastica riduttiva normalmente viene eseguita tramite incisioni nei seni con rimozione chirurgica del grasso in eccesso, del tessuto e della pelle ghiandolare. In alcuni casi, il grasso in eccesso può essere tolto tramite la liposuzione in abbinamento alle tecniche di incisione qui sotto descritte. Se la dimensione del seno è ampiamente dovuta al tessuto grasso e la pelle in eccesso non è un problema, la sola liposuzione può essere effettuata per la riduzione del seno. La tecnica usata per ridurre la dimensione dei tuoi seni sarà determinata in base alle tue condizioni individuali, alla composizione del tuo seno, a quanto lo vuoi ridurre, alle sue preferenze personale e al consiglio del chirurgo.

Passo 1 – Anestesia Durante gli interventi chirurgici vengono somministrati dei medicinali per il comfort. La scelta può essere tra sedativo intravenoso e anestesia generale. Il chirurgo consiglierà la scelta più indicata.

Passo 2 – L’incisione La gamma di incisioni include:

  • un sistema circolare intorno all’areola :Le linee di incisione formano cicatrici visibili e permanenti, sebbene normalmente ben nascoste sotto un costume o un reggiseno.
  • un sistema a forma ti “toppa” o di “racchetta” con una incisione intorno all’areola e verticalmente in basso verso la piega del seno
  • un sistema di incisione a T rovesciata o a forma di “ancora”

Passo 3 – Asportazione del tessuto e riposizionamento Dopo aver effettuato l’incisione, il capezzolo, che rimane legato alla sua fornitura di sangue e nervosa, viene poi riposizionato. L’areola viene ridotta asportando la pelle al perimetro, se necessario. Il sottostante tessuto mammario viene ridotto, alzato e modellato. A volte, per dei seni estremamente grossi e penduli, il capezzolo e l’areola devono essere rimossi e trapiantati in una posizione superiore nel seno ( trapianto libero del capezzolo).

passo 4 – Chiusura delle incisioni Le incisioni vengono riunite per riformare il nuovo seno più piccolo. Le suture sono di varie profondità nel tessuto mammario per creare e supportare la nuova forma dei seni. Per chiudere la pelle si possono usare suture adesive alla pelle e/o di filo chirurgico. Le linee di incisione sono permanenti, ma nella maggior parte dei casi col tempo si affievoliscono ed il loro aspetto migliora notevolmente.

Passo 5 – Si vedono i risultati I risultati della mastoplastica riduttiva sono immediatamente visibili. Con il tempo, il gonfiore post-operatorio svanisce e le linee di incisione si affievoliscono. La soddisfazione per la tua nuova immagine continuerà a crescere con la completa guarigione.

3. RISULTATI
Le mammelle di dimensioni proporzionate sono più belle. La risoluzione di problemi fisici ed estetici causati da un seno troppo abbondante. Una migliore immagine di sé.

LIPOSCULTURA DELLA MAMMELLA

In alcuni casi l’intervento di riduzione può essere sostituito da una semplice liposuzione, che consente di aspirare il grasso in eccesso solo attraverso l’uso di cannule particolari, con una serie di vantaggi evidenti. La liposcultura è un intervento di chirurgia ”minima”: è sufficiente l’anestesia locale (la paziente resta sveglia durante l’operazione e al termine di essa può andare a casa), la guarigione è più rapida, l’intervento non lascia cicatrici. Anche le tecniche di liposcultura sono oggi sempre meno invasive ed efficaci: come la Vibro liposcultura una nuova tecnica che rende molto più rapido, preciso e ancora meno traumatico l’intervento.

4. COSTO
A partire da CHF 5’500

5. RECUPERO
Chirurgica: evitare sforzi per almeno 3 settimane. Reggiseno giorno e notte per 3 mesi. Ripresa normali attività (lavoro, guida, vita sessuale): 2 settimane.
Liposcultura: reggiseno contenitivo e astensione da attività troppo pesanti per 2-3 settimane.

6. ASSICURAZIONE
Questo tipo di intervento generalmente ha finalità puramente estetiche, solo in rari casi (ad esempio se si esegue in conseguenza dell’asportazione di un tumore benigno o maligno della mammella) può essere coperto da assicurazione o dal Servizio Sanitario Nazionale.


CHIAMA ADESSO
SVIZZERA+41 (0) 916826262
ITALIA +39031303003
ITALIA N. VERDE 800101172