Liposcultura, liposuzione

Quando è consigliata

Nel caso di eccesso adiposo sottocutaneo resistente a diete o ad esercizi fisici.
Nel caso si desideri modificare la silhouette del proprio corpo. Comunemente le zone coinvolte sono braccia , seno (specie maschile in caso di ginecomastia), dorso, addome, fianchi, glutei, cosce, parte interna delle ginocchia e caviglie.
La liposcultura può essere utile anche alle persone obese, associata a terapia dietologica.

Risultati

Un miglioramento radicale della silhouette e delle dimensioni delle zone trattate.
Un corpo più armonico e un aspetto migliore.

Intervento

Con delle sottili cannule del diametro variabile dai due ai quattro millimetri, attraverso piccole incisioni, si aspira il grasso in eccesso e si “scolpisce” la nuova forma corporea che si vuole ottenere.
Questo tipo di intervento a seconda dell’entità dell’intervento e delle preferenze del paziente, viene fatto in Day-Hospital, in anestesia locale, con o senza sedazione, assai raramente in anestesia generale o spinale.

Guarigione

Alla fine dell’intervento viene fatta indossare una guaina elastica compressiva per circa 15/30 giorni, per ridurre il gonfiore e per mantenere la cute in posizione, consentendone un’ ottimale retrazione elastica.
I dolori post-operatori si controllano con farmaci orali.
Lividi e gonfiore generalmente scompaiono dopo 1-4 settimane. I risultati finali sono visibili dopo 2-3 mesi.
Un adeguato ciclo di massaggi post operatori che potranno cominciare anche il giorno dopo l’intervento, accorcerà di molto la convalescenza.

VIBROLIPOSCULTURA

E’ una nuova metodica che non utilizza la semplice cannula da lipoaspirazione, ma una cannula speciale del diametro che varia da 2 a 4 millimetri, a seconda della zona da trattare, che vibra e oscilla, compiendo una rotazione attorno al proprio asse, con la capacità di sciogliere il grasso che deve essere aspirato, senza frantumarlo.

Vantaggi

  • Grazie alle minuscole dimensioni della cannula, il taglio che si pratica sotto la cute per inserirla è minimo;
  • il tessuto adiposo viene scolpito con la precisione di sei millimetri di raggio di azione.
  • i rischi si minimizzano: se incontra un ostacolo più denso del grasso l’apparecchio si blocca automaticamente . (Se usato con un movimento regolare è pressochè impossibile fare “buchi”).
  • E’possibile lavorare vicino ai fori di entrata senza perdere di efficacia. Anche lavorando in superficie il risultato di rendere il lembo cutaneo regolare e omogeneo è più facile e rapido.
  • La dolorabilità per la paziente è minore (e quindi basta una sedazione minore), la guarigione più rapida con riduzione di liquidi e gonfiori post-operatori.

Se l’intervento è su zone limitate (il solo addome o le ginocchia, l’interno cosce, le culotte de cheval o le “maniglie dell’amore” degli uomini), è sufficiente l’anestesia locale. La paziente resta sveglia durante l’operazione e al termine di essa può andare a casa.